ABOUT

Ciao ragazzi,

come primo post ho pensato di scrivere qualcosa su me stessa. Ma quanto è difficile parlare di se stessi,senza essere noiosi e scontati! Molti aspetti della mia vita,alcuni di voi li hanno conosciuti nel corso di questi anni,seguendomi attraverso la tv ed internet;quindi ,sapete cosa ho deciso di fare? Mi “auto-intervisterò”,chiedendomi tutto ciò che ho sempre desiderato mi chiedessero in una ipotetica intervista di moda.

Domanda:quando è nato il tuo amore per la moda?

Risposta:sin da bambina sono sempre stata circondata da magazine di moda,quali “Elle”,”Marie Claire” o “Cosmopolitan”,che acquistava regolarmente mia mamma. Lei,da sempre,è un amante del bello,e io ho seguito le orme materne… mi ricordo che a undici anni sognavo di fare la top model,guardavo in tv le sfilate di Versace e Chanel,e copiavo con le mie amiche ,le movenze di Claudia(Schiffer) e Naomi(Campbell). Poi a dodici anni ho acquistato la mia prima copia di “Elle”,a tredici è stata la volta di “Elle top model” e a quattordici,”Vogue”è entrato prepotentemente nella mia vita.

D:perché un fashion blog?

R:oggi è il modo più veloce e diretto per far “sentire la propria voce”,in un mondo dove la concorrenza dal punto di vista giornalistico è spietata,e perché diventi automaticamente la “redattrice di te stessa”.

D:hai uno o più stilisti di riferimento?

R:da sempre,provo un amore per il “primo Versace”,quello disegnato dal compianto Gianni;amo molto anche il design di Tom Ford,l’eleganza di Chloè e Saint Laurent,la femminilità di Blumarine. Certo che citarli tutti è un problema,comunque imparerete a conoscere i miei gusti se avrete voglia di seguirmi in questo mio nuovo viaggio!

D:il motto “di moda”,che senti più vicino a te?

R:sono due. “Less is more”,citazione da Coco Chanel,che prima di uscire di casa ,consigliava alle sue clienti di guardarsi allo specchio e di togliere sempre un accessorio al proprio look. E una famosa frase detta da Saint Laurent,che recita più o meno così:” tutto ciò che diventa di moda,è ormai già fuori moda”.

 

Direi che come presentazione,non ho nient’altro da aggiungere,per ora,quindi non mi resta che darvi appuntamento a domani!

 

Follow me!!

 

 

Hello guys,

In this first post I thought I’d write something about myself. But how difficult is it to talk about yourself, without being boring and obvious! Some of you throughout the past years already know many aspects of my life, by following me on TV and online, so you know what I decided to do? I “self-interviewing,” asking myself all the questions I would want a hypothetical fashion journalist to ask me.

Question: When was your love for fashion born?

Answer: In my childhood I’ve always been surrounded by fashion magazines such as “Elle”, “Marie Claire” or “Cosmopolitan”, which my mom bought regularly. She has always been a lover of beauty, and I followed  the footsteps of mother … I remember that when I was eleven, I dreamed of becoming a top model, I watched on TV the Versace and Chanel fashion shows, and with my girlfriends we tried to imitate the movements of Claudia (Schiffer) and Naomi (Campbell). Then at age twelve I bought my first copy of “Elle”, at the age of thirteen it was the turn of “supermodel Elle” and fourteen, “Vogue” took overmy life.

Q: Why a fashion blog?

A: Today is the fastest and most direct way to “speak out” in a world where the competition is fierce, from a journalistic point of view, and you automatically become the “editor of yourself.”

Q: Which designers inspire you most?

A: I’ve always felt a love for the “first Versace”, the one designed by the much missed Gianni; I love also the design of Tom Ford, the elegance of Chloè and Saint Laurent, the femininity of Blumarine. Of course to mention all of them would be a problem, however you will get to know my taste if you want to follow me in my new journey!

Q: the”fashion motto”, you feel closer to you?

A: Two. “Less is more”, quote from Coco Chanel, who before leaving the house, advised her customers to look in the mirror and always remove an accessory to their look. Also a famous sentence from Saint Laurent, which states something like: “everything that becomes fashionable, is already out of fashion.”

 

I don’t have anything else to add to my introduction, for now this is all… until tomorrow’s appointment!

 

Follow me!

14 comments

  1. Cara Elena, prima di aprire il tuo blog ho suonato la famosa campanella. In bocca al lupo per la tua nuova avventura! Paola

  2. DA TWITTER COME PROMESSO TE SO’ VENUTO A SALUTA’ QUI VISTO ? GAGLIARDO ER TUO SITO E BELLO COME TE ! DAJEEEEE CIAO ELE

    1. grazie! sono felice ti piaccia…ma ,chiedilo a chiunque, non esiste nessun ghost writer!!!it’s me. e lo faccio con amore, e spero di trasmetterlo anche a voi!

      1. non puoi citare paul poiret e poi essere stupida come una capra e abbinare due maculati diversi

        1. e chi l’ha detto che non si può?!?! ti chiami paul poiret?? oppure sei cosi insicuro da mettere anonimo per caso?!?!

          1. quindi ammetti di essere stupida come una capra, per me va bene, non discrimino, puoi essere benissimo stupida come una capra e citare paul poiret e avere un pessimo senso dello stile, ok

Comments are closed.