The Best from Milan Fashion Week

Dolce&Gabbana

Dopo una sei giorni a dir poco densa di eventi, la carovana della moda si sposta alla volta di Parigi, consegnandoci definitivamente alla stagione autunnale.
Come da tradizione non potevo non dedicare un post alle collezioni che più mi hanno impressionata.
Il primo posto della mia personale classifica è assegnato ancora alla geniale sfilata di Dolce&Gabbana: un mix di cibo, religiosità e natura, vero e proprio inno all’italianità aperto, non a caso, dalla cavalleria rusticana.
Ho apprezzato tantissimo la fiaba in passerella di Vivetta. che fa sfilare epoche e paesi diversi, e la celebrazione dei cinquant’anni di Bottega Veneta che mette in passerella una doppia collezione, maschile e femminile, che contiene tutta l’essenza del lusso discreto della storica maison.
Tra sacro e profano, in un turbinio di stampe variopinte e colori accesi, Fausto Puglisi ha presentato la sua donna rock, sensuale e femminile durante uno show che, in quanto a effetti speciali, era secondo solamente alla sfilata di addio a Milano di Philipp Plein.

with love, Elena



1 comment

  1. Come ogni anno ci troviamo d’accordo ele 😉 Mi è molto dispiaciuto dell’addio di Plein a Milano, che come ogni anno, ha organizzato un super party..avendo partecipato posso solo confermare quanto si visto dalle foto! Dolce&Gabbana restano indiscussi per l’originalità senza mai cadere nel “troppo” …

Post a new comment