Juergen Teller, instinctive and romantic.

katemossbyjuergenteller-8


Quando un giorno un collega gli chiese: ” Ma tu scatti ancora a pellicola? Io non posso farlo, ci metterei troppo tempo a scegliere gli scatti” Juergen Teller rispose: “E’ vero, ci metto molto più tempo, ed è per questo che sono più bravo di te!”. Istintivo, semplice, romantico, questo è Juergen Teller: il fotografo tedesco che ha radicalmente cambiato lo stile delle foto di moda anni ’90. Foto sgranate, scattate usando un flash amatoriale e con le modelle apparentemente “acqua e sapone”. Nessun fotoritocco, nessun maestoso set: Teller è quel fotografo che lavora ancora a pellicola in formato 35 millimetri. Con lo stesso romantico linguaggio sullo sfondo, unico nel suo genere, riesce, con disarmante semplicità, a rendere naturali realtà altrimenti provocanti. Teller è la dimostrazione vivente che la fotografia non mostra la realtà, mostra l’idea che se ne ha. Stile unico, immagini semplici ed istintive, abbaglianti flash che sovraespongono i colori e la sua macchina fotografica Contax. E’ un’illusione che le foto si facciano con la macchina…si fanno con gli occhi, con il cuore, con la testa. (Henri Cartier Bresson)

When one day a colleague asked him, “But you still shooting film? I can not do it, it would take too much time to choose the best shots” Juergen Teller said, “It ‘s true, it takes me much longer, and that’s why I’m better than you. “Instinctive, simple, romantic, this is Juergen Teller: German photographer that has radically changed the style of fashion photography in the  90s. Grainy photos, taken with an amateur flash and with models apparently “soap and water”. No editing, no majestic set: Teller is the photographer who still works in film format 35 mm. With the same romantic language in the background, unique in its genre, he succeed, with disarming simplicity, to make reality otherwise provocative, in a very naturally way.  Teller is the living proof that photography is not a reality show, shows the idea that you have in your mind. Unique style, simple and instinctive images, dazzling flash who overexpose colors and his camera Contax. It’s an illusion that you ccan take pics with the camera…  you do it with your eyes, your heart, your head. (Henri Cartier Bresson)

 

 



39 comments

  1. Nella mia famiglia ho tre generazioni di fotografi e mio Nonno è stato il migliore in assoluto. Con l’avvento del digitale, lasciò il posto a mio zio e a me, ancora bambina, mi disse: ” E’ finito il mio tempo perchè questa non è la fotografia che intendo io”.

    Lui rimase fedelissimo alla sua Hasselblad.

  2. Concordo affashionate non è più un blog di moda, è molto di più!
    Vedrai che presto o tardi stampa e tv ti vorrano al loro servizio come esperta di moda!!!!

  3. Sono d’accordo con Cinzia. Il tuo e’ un vero giornale. A volte scontato altre geniale (penso che tu sia una donna molto eclettica). Interessante questo post.

Post a new comment