The n.8 rule of a lady

 

alejandro ingelmo

Le donne , quelle vere, non ne hanno mai abbastanza… Non pensate male, sto parlando delle scarpe: ma non scarpe qualsiasi, le “signore”scarpe. Le varie stiletto, mary jane, platform e chi più ne ha più ne metta. Basta che non siano mai al di sotto dei 5 centimetri. Infatti le “ballerine” non contano, come non contano le “sneakers”.  Qui si parla di altezze vere. Di quelle scarpe che quando le indossi, ti fanno quasi venire le vertigini talmente sono alte, quelle che solo dopo un’ora che le hai al piede, ti fanno venire un male pazzesco alla pianta e sei già piena di vesciche.

Però forse non tutte le donne che acquistano i loro centimetri in più da Manolo Blahnik, oppure nella sezione shoes di www.asos.it, sanno che gli inventori del tacco, sono stati gli egizi. Diciamo che non è una novità per chi ne sa un po’ di storia, scoprire che quel popolo del nord africa abbia il copyright anche su quella invenzione. Si dice infatti che i macellai del tempo, si fossero fatti fare dai calzolai, delle scarpe leggermente rialzate per evitare di sporcarsi i piedi con il sangue delle carni macellate, che regolarmente gocciolava in terra. In seguito, il re Sole, in Francia, obbligò la nobiltà ad indossare regolarmente i tacchi, sempre colorati di rosso, per distinguerla dal resto del “popolo”. Quasi 400 anni dopo, un francese di nome Christian Louboutin, avrebbe colorato le suole dei suoi modelli, di un inconfondibile rosso sangue, creando le scarpe più famose (e belle) del mondo. Anche se l’invenzione del tacco nel senso moderno del termine, la si deve al maestro di Christian Louboutin, monsieur Roger Vivier. Con la creazione dello stiletto e dell’anima in metallo del tacco delle scarpe, rivoluzionò la moda femminile.

La domanda che le donne si fanno più frequentemente? Come fare a camminare in modo sexy e senza inciampare? La risposta è una sola: esercizio, esercizio, esercizio!!!

 

Women, real women, never have enough… don’t misunderstand me, I’m talking about shoes: not any kind of shoe, but Shoes with a capital S. Stilettos, Mary Jane, Pumps, Platforms, the more the merrier. As long as the heel is at least 5 cm high. Flats and sneakers don’t count. We are talking about true heights here. Shoes that once you wear them you get dizzy from how tall you are, and after one hour you’ve been wearing them your feet start to hurt and getting blisters.

But maybe not all women, even the ones that buy their shoes from Manolo Blahnik or from www.asos.it, know that heels were invented in ancient Egypt. It’s no news for the historians among my followers, to find out that the heel was copyrighted by the people of ancient Egypt. It’s been said that the butchers of those times asked the shoemakers to create custom shoes for them with a small heel in order to not get their feet dirty of blood from the meat which would regularly drip on the floor. Further on in history, the Sun King (Louis XIV of France), forced the royals to always wear red heels in order for them to be distinguished from the rest of the “peasants”.  Almost 400 years later, a French man by the name of Christian Louboutin, colored his soles of a striking red blood color, creating the most famous (and beautiful) shoes of the world. The heel was revisited by the great mind of monsieur Roger Vivier, teacher of Christian Louboutin, who masters to concept of the modern heel.  With the creation of the stiletto and the inner heel in metal, he revolutionized female fashion.

The most frequently asked question? How can one have a sexy walk without stumbling on the floor? The answer can only be one: exercise, exercise, exercise!!!

 

 

“KEEP YOUR HEELS, HEAD AND STANDARDS HIGH.” the n.8 rule of a lady

 

alejandro ingelmo

alexander mcqueen

alexander wang

alexander birman

altuzarra

aperlai

arfango

burak uyan

manolo blahnik

christian louboutin

jimmy choo

dolce&gabbana

phillip lim

phillip lim

roberto cavalli

sergio rossi

giusepe zanotti

giuseppe zanotti

this is just a preview of spring/summer collection. soon a post about all the summer must have shoes!

 



14 comments

  1. …. Senza parole…. Nel mio piccolo stanzino per le scarpe ne conservo circa 50…. Ma non ne son mai abbastanza!!! Ma perché , perché , perché !!! Queste qui su sono bellissime e abbastanza rappresentative per gli stilisti… Ma quante foto bisognerebbe guardare almeno per saziare la nostra vista??? Elena ancora una volta l’argomento mi coinvolge esageratamente ….

      1. Questo é il mio primo blog che seguo! ….i tuoi post sono davvero originali…finalmente qualcosa di nuovo e che non stufa sul web!

  2. Bellissima selezione di immagini!
    Ma le scarpe diventano vere solo se indossate, perché non tutte esaltano piede e gamba allo stesso modo… (se non è chiaro è un invito ad altre immagini 😉 )

    A proposito i tacchi, hai visto il film Kinky boots?

  3. I every time emailed this blog post page to all my associates, as if like to read it then my contacts will too.

  4. Nice post. I be taught one thing tougher on completely different blogs everyday. It’s going to at all times be stimulating to read content from different writers and follow a little something from their store. I’d desire to use some with the content material on my weblog whether you don’t mind. Natually I’ll provide you with a hyperlink on your net blog. Thanks for sharing.

  5. Ι ρay a visit dаy-to-day a few blogѕ аnd websіtes to
    reaԁ artiсles or reviews, exceρt thiѕ webpage presents quаlity baseԁ сontent.

Post a new comment